QUINOA: IL NON-CEREALE NELLO SPAZIO
6 aprile

QUINOA: IL NON-CEREALE NELLO SPAZIO

quinoa-1-1

Viene trattata come un cereale, ma non lo è.
E’ stata scelta come cibo per gli astronauti.
E’ tra gli alimenti più proteici di origine vegetale.
E’ la quinoa, risorsa fondamentale per le popolazioni andine che la consumano da secoli per le sue caratteristiche di resistenza al clima, facilità di coltivazione ed elevato tenore proteico, fondamentale per integrare la dieta di chi vive in condizioni particolari come le Ande, ad altitudini dove non è facile lavorare e coltivare la terra.
Da qualche tempo la quinoa è arrivata fino a noi, e sta diventando di moda perchè è versatile, si presta a ricette dolci e salate e naturalmente è molto buona.
Polpette, insalate, minestre, dolci, c’è solo l’imbarazzo della scelta per introdurre questo parente degli spinaci nella nostra dieta in sostituzione di riso, del cous cous, del miglio ecc. Unica avvertenza quella di sciacquarla abbondantemente prima di cuocerla perchè  i suoi semi sono ricoperti da una sostanza amara, la saponina, utile per dissuadere gli uccellini dal divorarla ma sgradita al nostro palato. Le sue foglie sono commestibili proprio come gli spinaci, purtroppo in Italia è quasi impossibile reperirle.
Nonostante l’assenza di glutine è possibile preparare il pane di quinoa, l’impasto, molto più morbido e appiccicoso rispetto a quello di grano, diventerà un pane sofficissimo e molto saporito, ma anche molto più calorico! Se possedete un buon strumento per polverizzare i semi, potete risparmiare producendo da voi la farina.

La quinoa non è una graminacea e non contiene glutine, è quindi un alimento adatto a celiaci ma anche a chi vuole limitare il glutine nella propria dieta. Inoltre possiede interessanti proprietà nutritive: è ricca di proteine, carboidrati e fibra alimentare e  contiene due aminoacidi essenziali per il buon funzionamento dell’organismo, la lisina e la metionina che aiuta il metabolismo dell’insulina.
Senza dimenticare la quota di minerali e vitamine, in particolare magnesiovitamina C e vitamina E.

La quinoa, infine, è particolarmente energizzante, pensate che 100 grammi apportano circa 350 calorie. Essendo un alimento molto nutriente, il suo consumo è consigliato soprattutto a bambini, donne in gravidanza, sportivi e convalescenti, per questo il suo elevato contenuto proteico la rende una valida alternativa per chi segue una dieta povera di alimenti proteici di origine animale.

Per conoscere la quinoa e i tantissimi modi di utilizzo, non mancare il 14 aprile al corso con Marzia Riva presso L’Asilo dei grandi!

Tutti i dettagli QUI